Palazzo Vecchio

  1. Home
  2.  › 
  3. Italia
  4.  › 
  5. Firenze
Il Palazzo Vecchio è giustamente chiamato il "palazzo vecchio", poiché è stato costruito tra la fine del 13° e l'inizio del 14° secolo nello stile di un castello. L'edificio dall'aspetto monumentale ha una pianta trapezoidale ed è coronato da una torre alta 94 metri. Il suo aspetto sorprendente ha un'influenza decisiva sulla silhouette della città di Firenze e contribuisce al fatto che Palazzo Vecchio è considerato uno dei suoi punti di riferimento.

Situato in posizione centrale in Piazza della Signori, il palazzo portava il nome di Palazzo Signoria fino al XVI secolo, quando era la sede del governo della città di Firenze. La stessa Piazza delle Signoria è considerata una delle piazze più attraenti e famose d'Italia. È anche sede della Loggia dei Lanzi, un edificio porticato adiacente a Palazzo Vecchio, che fu costruito già nel XIV secolo e che vale la pena vedere.

La ridenominazione di Palazzo Vecchio fu accompagnata da numerose modifiche e ampliamenti. Ciò che rimase, tuttavia, fu il suo aspetto fortificato, che ancora oggi domina l'aspetto di Piazza della Signoria. Davanti al portale principale di Palazzo Vecchio, noto come la Porta dei Leoni, si trovano le copie di diverse statue, tra cui la statua monumentale del David di Michelangelo, famosa in tutto il mondo.

Oggi, Palazzo Vecchio, aperto ai visitatori, ospita il Municipio di Firenze, il Museo dei Ragazzi per bambini e la Sala dei Cinquecento, usata per udienze ed eventi.
La visita guidata di Palazzo Vecchio inizia nel cortile, che è decorato con ornamenti in stucco e affreschi. Le pareti sono decorate con motivi di antiche città asburgiche come Innsbruck, Linz, Vienna o Friburgo in Brisgovia. Furono realizzati nel 1565 da un pittore di corte dei Medici per la celebrazione delle nozze di Francesco I con l'arciduchessa Giovanna d'Austria.

Un impressionante ciclo di dipinti che glorifica lo statista Cosimo de' Medici e la città di Firenze può essere visto nella Sala di Stato dei Cinquecento al primo piano. Misurando 54 x 22 metri e 12 metri di altezza, è la sala più grande di Firenze. Il famoso Genio della Vittoria di Michelangelo spicca tra le statue qui collocate.

Al secondo piano del museo, si possono visitare diverse camere private di membri dell'antica famiglia Medici. Tutti impressionano con il loro splendido arredamento. Tra questi spicca lo Studiolo, che fu costruito nel 1570 ed è una sala di scrittura privata, il cui design ha una forma speciale di architettura rinascimentale. Non meno attraente è la Cappella di Eleonora, decorata con dipinti dell'artista manierista italiano Agnolo Bronzino.

Tra le numerose altre sale, come la Sala Penelope o la Sala dello Spioncino, spiccano in particolare la Sala delle Udienze e la Sala del Giglio. Quest'ultima è raggiungibile tramite una scala esterna ed è riccamente decorata con gigli dorati su uno sfondo blu. La Sala delle Udienze colpisce per il suo magnifico arredamento. Una caratteristica speciale è la sala delle mappe con il suo enorme mappamondo. Sulle sue pareti, più di 50 pannelli colorati rappresentano tutte le regioni dei continenti allora conosciuti nel XVI secolo.

Tra il primo e il secondo piano, Palazzo Vecchio nasconde il Quartiere del Mezzanino, un quartiere che ha conservato il suo aspetto medievale. Oggi ospita le esposizioni dell'importante fondazione storico-artistica Donazione Loeser.

Informazioni sul museo

Altri musei nella zona