x
  1. Home
  2.  › 
  3. Paesi

Bahamas

Questo è un ancoraggio tropicale nel mare. Un'isola per sognare e un rifugio dove l'immaginazione ha le ali. Quando le giornate diventano più corte e fresche nell'Europa centrale, le isole delle Bahamas brillano come stelle scintillanti nel cielo del vagabondaggio. Mare, sabbia e ozio glorioso - si dice che non meno di settecento isole si estendono in un arco gigantesco dal sud della Florida al nord di Haiti. Tutto questo è un mondo insulare affascinante con le palme sulle spiagge bianche che ondeggiano nel vento caldo, i complessi alberghieri che emanano un fascino allegro e le case nelle piccole città colorate come i dolci incartati. Per lo scrittore Ernest Hemingway, questi punti nell'oceano erano le "isole nella corrente", e molti altri sostengono di avervi riscoperto l'Atlantide perduta.

La città più grande del paese è la capitale Nassau.

Karte von Bahamas

Porti di traghetti in Bahamas

Collegamenti diretti in traghetto con Bahamas sono disponibili da Stati Uniti. Puoi trovare una panoramica di tutte le rotte sulla nostra pagina: Traghetti per Bahamas

Alloggio in Bahamas

Prenota con noi un hotel o un altro alloggio per le vacanze in Bahamas. Con i nostri partner troverete prezzi economici senza spese di prenotazione.

Guida di Bahamas

Il turchese è il mare qui e le persone che hanno la fortuna di chiamare “casa” questa zona paradisiaca dei Caraibi sono particolarmente aperte verso i loro ospiti ben disposti. Vivono una vita piena di facilità e “è così facile” è apparentemente diventato un programma alle Bahamas. Il sole splende sempre lì, cosa che una volta impressionò James Bond, alias Sean Connery, così tanto che anche anni dopo che il film di 007 “Thunderball” fu girato alle Bahamas, lui continuava a girare lì di tanto in tanto. Tra gli altri, nel leggendario “Ocean Club”, un hotel di lusso a Paradise Island. Il “Bond Martini” è ancora servito lì al bar. Agitato, naturalmente, non mescolato…

Più di due secoli fa, i primi coloni arrivarono alle Bahamas. Erano lealisti americani che credevano in Dio e nella corona inglese e si trasferirono nei Caraibi con i loro schiavi perché si era sparsa la voce che qui ci sarebbero state delle isole poco popolate. Nelle Bahamas, questi coloni conducevano una vita a volte priva di risorse come agricoltori. Tuttavia, si cercano invano testimonianze in pietra di questo periodo. Finora nessuno ha avuto l’idea di allestirvi un museo di livello internazionale. Invece, l’attenzione su queste isole idilliache si concentra su ciò che la natura, e soprattutto il mare, dà alle persone.

Per la maggior parte dei vacanzieri, l’ozio alle Bahamas è un’opportunità gradita. Il mare è ben temperato e c’è sempre un posto per l’amaca all’ombra delle palme. I giardini della barriera corallina al largo della costa sono eccitanti e popolari tra i subacquei. Il paesaggio è quasi kitsch e una meravigliosa composizione della natura. Lo stato, indipendente dal 1973 sotto l’ombrello del Commonwealth, si concede venti parchi nazionali, e la coesistenza di diverse culture è un principio caraibico fondamentale alle Bahamas.